Ambiente

174 volpi bianche vengono liberare da un allevamento di pellicce. Il video emoziona il web

Una giovane attivista cinese libera gli animali destinati ad essere scuoiati vivi per realizzare pellicce e ornamenti

Libere, libere! Le 174 volpi bianche di un allevamento di pellicce vengono liberate. Ed è un momento assolutamente emozionante per chi le ha salvate, per chi guarda le immagini. Per le volpi stesse.

Karen Gifford è una delle volontarie che aiuta l’attivista Bohe a salvare le volpi bianche da un atroce destino. La donna ha pubblicato su Facebook il video del momento della liberazione.

174 volpi bianche liberate

Rinchiuse in gabbie metalliche piccolissime, erano costrette a compiere persino atti di cannibalismo sulle carcasse. Le volpi bianche vivevano un vero e proprio orrore.

Non potevano muoversi in spazi tanto angusti e attendevano così il loro crudele destino.

“Le volpi bianche venivano allevate sul posto”, scrive Karen su Facebook. “È così che accade negli allevamenti. Nascono a primavera e vengono scuoiate in inverno”.

“Il loro destino è veramente terrificante”,  prosegue la donna. Ora le volpi bianche non potranno essere lasciate libere in natura. Non sarebbero in grado di sopravvivere essendo nate in una gabbia”.

Ma niente paura, le volpi vivranno in un santuario buddista Jilin a Mudanjiang, in Cina, fino a quando non verrà trovata una sistemazione più adatta a loro.

Bohe e i suoi volontari hanno scoperto le volpi bianche per caso. L’allevamento dove erano rinchiuse stava per chiudere a causa della crisi finanziaria del settore che, fortunatamente, si sta riversando sul settore.

Volpi bianche liberate da un allevamento di pellicce

Sempre più persone infatti, scelgono di non indossare più i capi realizzati con pelli vere e preferiscono invece indossare pellicce sintetiche.

Le volpi bianche sono state dunque tratte in salvo appena in tempo. Guardate il video emozionante che Karen ha pubblicato per tutti noi!

(Video)

“Ho le lacrime di gioia!!! Oh mio Dio, ma vi rendete conto? Grazie a Bohe e ai suoi sostenitori in Cina, ora le volpi volpi saranno al sicuro e saranno nutrite per il resto della loro vita”, scrive Karen sempre su Facebook

“Queste preziose creature ora sono in grado di correre, giocare e vivere”!

Ed è grazie a persone come Bohe e come Karen se il mondo oggi, è un po’ più bello.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close