La tecnologia ha la capacità di unire le persone che sono lontane, ma separa quelle che sono vicine

La tecnologia moderna mette a disposizione diversi sistemi per comunicare a distanza. Ma ai tanti vantaggi offerti dai nuovi dispositivi e dalle modalità di interazione, fanno eco altrettanti svantaggi.

Ormai i device tecnologici di ultima generazione sono a disposizione di una larga fetta di fruitori di ogni età.

È diventata quindi la norma vedere delle coppie oppure intere famiglie sedute insieme ad un tavolo per consumare un pasto in casa o fuori, ma tutti restano in silenzio con lo sguardo rivolto verso il display del proprio cellulare.

La socialità virtuale oggi incuriosisce di più della socialità reale. Come dimostrano le riunioni di famiglia, dove non c’è più conversazione. In particolare per un motivo: tutti i componenti sono “connessi”.

Così si rinuncia ad interagire vis a vis, per perdersi nei meandri dei social network, oppure per scambiare conversazioni in chat.

Anche se tali situazioni sono considerate normali, tanto da essere accettate senza imporre alcuna regola in famiglia sul sano uso dei dispositivi tecnologici, emerge una triste realtà.

Infatti si è passati dalla condizione di “esseri sociali” a quella di “esseri social”.

La tecnologia moderna anche se permette di abbattere le distanze fisiche, rendendo possibili contatti tra persone costrette a stare lontane per vari motivi, dall’altra tende a creare distanza sociale tra chi è vicino.

Gli impatti negativi sulla socialità dovuti alla moderna tecnologia

Le testimonianze delle conseguenze vissute dalla società contemporanea sono sotto gli occhi di tutti.

Infatti le esperienze familiari mostrano una marcata separazione sociale tra genitori e figli. Perché immersi di continuo nei loro dispositivi tecnologici.

Anche le relazioni di coppia risentono di frequente degli impatti negativi della tecnologia. Infatti la gelosia e la distanza tra partner si devono all’uso eccessivo dei social e del proprio smartphone.

famiglia con il telefono

In pratica essere fisicamente vicini non è più sufficiente per offrire le basi per i contatti umani e la socialità.

Gli uomini di oggi finiscono per assumere un comportamento troppo freddo e distante con i propri cari.

La tecnologia alla portata di tutti e di facile fruizione ci ha reso quasi degli automi.

Si vive vicini ma ci si ignora. Si parla ma le conversazioni sono prive di contenuto. Ci si guarda ma senza soffermare gli occhi con attenzione sugli altri.

Il mondo del web cattura le persone e le porta a percorrere un labirinto dal quale è difficile riuscire ad uscire.

Oggi la voglia di contatto umano, di condivisione, di affetto sembrano essere passati in secondo piano, almeno nella modalità interpersonale.

Mentre si cerca tutto questo in una dimensione di tipo virtuale. Questa costituisce una sorta di oasi felice in cui trovare riparo dalla realtà.

Oltre a creare problemi di socialità, la moderna tecnologia espone a rischi la nostra salute sia fisica sia mentale.

E per sfuggire agli svantaggi delle tecnologie di ultima generazione è bene educare i bambini ad un uso più consapevole dei device e dei social.

Allo stesso tempo, bisognerebbe tornare a nutrire i rapporti umani con più scambi di parole, di sguardi e di abbracci.