Ambiente

L’invasione di milioni di cavallette nei campi della Sardegna sta distruggendo pascoli e raccolti

Anche quest'anno si sta ripetendo l'invasione di cavallette in diverse aree del territorio italiano

In Sardegna, nella provincia di Nuoro, si sta ripetendo l’invasione di milioni di cavallette nei campi con distruzione di: foraggio, grano, erba medica. Come è accaduto già la scorsa estate, anche quest’anno gli insetti tornano a devastare i prodotti agricoli. La denuncia arriva da Coldiretti, che ha sottolineato che si è verificato un anticipo rispetto al 2019.

Inoltre si tratta di un numero maggiore di insetti, si stima l’invasione di milioni di cavallette voraci. Che stanno depredando tanti campi. Ne derivano effetti nocivi sia nelle zone riservate al pascolo sia nelle zone adibite al raccolto.

Il fenomeno di infestazione da parte degli esemplari del sottordine di insetti ortotteri sta colpendo diversi paesi della Valle del Tirso. Con maggiore incidenza nei paesi: Ottana, Bolotana, Orotelli e Sarule.

di milioni di cavallette

La Coldiretti ha segnalato l’invasione di milioni di cavallette in Sardegna

La diffusione di folte schiere di cavallette nei paesi della Valle del Tirso si è segnalata e motivata da parte di Coldiretti. Che sostiene che a favorire la loro comparsa siano state le condizioni climatiche. Ossia un inverno mite e le piogge scarse. Il 2020 si classifica come il più caldo dal 1800.

Con temperature superiori di più di un grado rispetto alla media. Quindi le condizioni climatiche favoriscono la loro riproduzione e diffusione. Queste le preoccupazioni per il settore agricolo ribadite da Coldiretti:

“Essendo polifaghe le cavallette colpiscono non solo le coltivazioni in campo, ma anche orti e giardini.

L’unica speranza è nei predatori naturali, come gli uccelli che potrebbero aiutare a contenere le popolazioni di locuste che dalle terre incolte, abbandonate a causa della crisi delle campagne per i prezzi dei prodotti agricoli sotto i costi di produzione, partono all’assalto dei raccolti devastando tutto quello che trovano sul loro cammino”.

Oltre al clima, anche la crisi dell’agricoltura a causa del Coronavirus rende allarmante l’invasione di milioni di cavallette in Sardegna.

Qui sono stati lasciati in abbandono tanti campi e terreni. Ora razziati dagli insetti. Una situazione che aggrava le condizioni delle imprese agricole. E che impatta anche sulla crisi economica del Paese.

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close