Viaggi

Il Cammino di Santiago. Un’esperienza da fare almeno una volta nella vita. Le tappe da percorrere, i costi e cosa mettere in valigia

Le informazioni più utili per un viaggio indimenticabile

Una delle tante targhe che si possono incontrare negli 800 chilometri che compongono il Cammino di Santiago dice: ” No hace falta motivos para el Camino. Él mismo es el motivo.”

Non c’è bisogno di ragioni per il Cammino, è lui stesso la ragione!

In effetti questo pellegrinaggio che dai Pirenei porta al cuore della Galizia, attraverso paesaggi mutevoli e di grande interesse storico, è uno dei 3 pellegrinaggi più importanti.

Dopo Gerusalemme e Roma, Santiago di Compostela è intimamente legata alla presenza della tomba di Giacomo il Maggiore.

Un personaggio controverso. Qualcuno oggi lo definirebbe un sovranista, per aver legato il suo nome alla Reconquista e alla cacciata dei mussulmani.

Il Cammino di Santiago nasce quindi come itinerario di devozione popolare, che ricorda il percorso dell’eremita Pelayo. Illuminato da una cometa, alla ricerca del Sepolcro di San Giacomo.

Il Cammino di Santiago

Oggi questo fantastico itinerario si snoda attraverso le due principali vie, quella francese che parte da un’altra località rinomata come Roncisvalle.

E quella definita aragonese, che oltrepassa i Pirenei attraverso la porta di ingresso di Somport.

Entrambe poi si unificano a Puente La Reina, dando vita ad un incrocio di destini, fedi, liturgie personali tanto diverse quanto rispettabili.

Il Cammino di Santiago oggi non è solamente un’esperienza spirituale e religiosa.

Le migliaia di persone che lo intraprendono lo fanno per motivi che oltrepassano la fede privata, e questo itinerario è diventato Patrimonio Unesco a partire dalle fine degli anni ’80.

I pellegrini, giunti a Santiago, proseguono infatti il più delle volte le loro fatiche per arrivare ad uno dei punti più suggestivi dell’intera Europa.

Il Cammino di Santiago, costi e itinerari

Capo Finisterre, il punto dove si credeva finisse il mondo! Uno squarcio di natura dalla bellezza unica, capace di rapire lo sguardo e l’immaginazione.

Per fare questa esperienza servono tempo e piedi buoni.

Oggi tutto il Cammino di Santiago è fornito di punti di sosta e di conforto, capaci di rappresentare essi stessi un’esperienza dentro la suggestione del pellegrinaggio.

Inconfondibili sono la conchiglia, simbolo di questa avventurosa esperienza, che si porta al collo o attaccata allo zaino, e il mitico bordòn. Il bastone del pellegrino, cui è dedicata una benedizione al momento della partenza!

Il costo di questo incantevole viaggio e cosa mettere in valigia?

Parliamo di cifre che si aggirano intorno ai 600/900 euro. Tutto dipende anche dalle proprie pretese.

Prima di partire per il Cammino di Santiago abbiate cura di mettere in valigia uno zaino capiente, scarpe da trekking, un impermeabile, un pile per le serate e un sacco a pelo.

Buon Cammino!

Articoli Correlati

Back to top button
Close
Close